Questo evento si è concluso il 03 ottobre 2021 13:00 BST

-ismi fantastici e dove trovarli - SOLD OUT

Migliorare le proprie competenze nella scelta delle parole "giuste"


dal 01/ott/2021 ore 10:00 (UTC +01:00)
al 03/ott/2021 ore 13:00 (UTC +01:00)

Università di Ferrara

Quando

dal 01/ott/2021 ore 10:00 (UTC +01:00)
al 03/ott/2021 ore 13:00 (UTC +01:00)

Dove

Università di Ferrara

Descrizione

con Vera Gheno, giornalista

Dove: Università di Ferrara
Quando: l'1 e il 3 ottobre 2021 dalle 10 alle 13, il 2 ottobre 2021 dalle 14 alle 17
Partecipanti: 30 studenti
Costo: 155 euro

Negli ultimi anni si parla sempre più spesso di linguaggio inclusivo: che cos'è, perché ce n'è bisogno e a cosa ci può servire? Ecco un corso per identificare i vari -ismi che innervano la nostra società, partendo dai propri comportamenti (linguistici e non) quotidiani. Il presupposto degli incontri è che sia necessario stimolare le nostre competenze metalinguistiche per poter prima diventare consapevoli dei propri “abiti” linguistici, in modo da arrivare, poi, a un uso più responsabile dei mezzi di comunicazione a nostra disposizione, a cominciare dalla lingua.

Il corso fa per te se senti il bisogno di capire meglio cosa vuol dire vivere la complessità della vita tra online e offline, se vuoi acquisire nuovi strumenti per rispondere a chi dice che ci sono ben altri problemi che non l'uso delle parole, se vuoi diventare più consapevole dei tuoi stessi costumi linguistici, in particolare rispetto ai grandi temi che oggi sono al centro della discussione pubblica.

Obiettivi
Acquisire maggior consapevolezza dei ruoli, degli scopi, delle conseguenze delle proprie scelte linguistiche. Sfatare una serie di "falsi miti" come la cancel culture o l'eccesso di politicamente corretto. Comprendere il senso profondo della discussione sul linguaggio inclusivo. Migliorare le proprie competenze nella scelta delle parole "giuste".

Programma
- Che cos'è una lingua e da dove viene
- Il linguaggio come proprietà nucleare dell'essere umano: per cosa lo usiamo
- Italiano oggi: cosa c'è da sapere
- La resistenza al cambiamento: perché esiste e cosa ci si può fare
- La complessità crescente della società e le sue conseguenze linguistiche
- Normale vs diverso
- Inclusività e i limiti del concetto: la convivenza delle differenze
- Il sessismo
- Le questioni di genere: Italia ed estero
- La storia delle questioni di genere in Italia
- Le questioni di genere oggi
- Morfologia dell'italiano e soluzioni per un uso più equilibrato del genere
- Oltre il binario: il genere come continuum
- Problemi linguistici posti dal genere non binario e soluzioni nelle varie lingue
- Il senso di una sperimentazione e le sue possibili conseguenze
- Approfondimento: il politicamente corretto e la cancel culture
- Obiezioni diffuse e tecniche di distruzione della discussione: tone policing, gaslinghting e sealioning
- Come rispondere alle obiezioni.

Materiale da portare
Computer o tablet, carta e penna. 

Se hai dubbi, ecco la nostra lista di domande frequenti. Oppure scrivici: [email protected].

biglietto Biglietti
Prezzo unitario
Quantità

Vera Gheno

È una sociolinguista, traduttrice e divulgatrice italiana. Ha collaborato con l’Accademia della Crusca e con la casa editrice Zanichelli. Ha insegnato all’Università di Firenze e ha scritto numerosi libri tra i quali Potere alle parole. Perché usarle meglio (Einaudi 2019).

CONDIVIDI


Internazionale a Ferrara

Visita il profilo Contatta l'organizzatore

Inizia ora

oppure registrati con

Sei già registrato? Entra

Recupera password

Sei già registrato? Entra

Accedi

Hai dimenticato la password? oppure accedi con

Iscrivendoti, confermi di accettare i termini di servizio e l'informativa sulla privacy di Metooo e acconsenti alla ricezione di comunicazioni di marketing da Metooo.

Non sei registrato? Registrati

Il nostro sito web utilizza cookies per fornire il Servizio. Queste informazioni servono per migliorare il Servizio e comprendere i tuoi interessi.
Usando il nostro sito web, tu accetti l'utilizzo dei cookies. Clicca qui per approfondire.