LA RADIOGRAFIA X

Principi fisici, metodologia d’indagine e applicazioni per lo studio tecnico-scientifico dei beni culturali


giovedì 29/apr/2021 dalle 15:00 alle 18:00 (UTC +02:00)

Quando

giovedì 29/apr/2021 dalle 15:00 alle 18:00 (UTC +02:00)

Descrizione

Il corso si svolgerà in modalità webinar attraverso la piattaforma "Webinar video Zoom". Agli iscritti verrà inviata una mail prima del corso con le istruzioni e il codice per partecipare al webinar.

Programma

La radiografia è una tra le prime tecniche d’indagine che storicamente sono state impiegate per lo studio scientifico dei beni culturali e, tradizionalmente, è quella con cui restauratori e storici dell’arte hanno avuto modo di confrontarsi in modo più diretto per comprendere la tecnica d’esecuzione e ricostruire le vicende conservative di un’opera d’arte.

La metodologia si basa sull'interazione tra la luce (raggi X) e l'oggetto studiato:  materiali diversi assorbono e diffondono i raggi X in modi caratteristici, dipendenti dalla loro composizione chimica, dalla loro densità, dallo spessore attraversato e dall’energia della radiazione incidente. Si tratta, dunque, di un’analisi non invasiva fondamentale per innumerevoli scopi, tra cui la documentazione delle strutture interne di reperti lignei e ceramici e di dipinti su tela o tavola; lo studio di stratigrafie pittoriche, del modus operandi di un artista o della sua bottega; l’individuazione di pentimenti e dipinti sottostanti e, più in generale, la valutazione delle discontinuità dei materiali costituenti.

La strumentazione disponibile per queste applicazioni, nel corso dei decenni, ha potuto avvalersi di notevoli sviluppi tecnologici, che hanno contribuito a mantenere alto l’interesse per la radiografia. Molte innovazioni sono state messe a punto ad hoc per il settore dei BBCC, ma il più delle volte sono state mutuate dal settore della diagnostica medica. A titolo di esempio, citiamo gli attuali sistemi portatili di tipo digitale diretto, con cui è possibile superare da un lato i limiti della radiografia analogica tradizionale su lastra, legati alle difficoltose procedure e ai tempi di sviluppo, dall’altro quelli dei più recenti sistemi digitali indiretti che prevedono la lettura dell’immagini acquisita solo in un secondo momento e non direttamente in fase di studio in situ. Il principale vantaggio di questa innovativa tecnologia è infatti la possibilità di un immediato confronto sui dati da parte di restauratori e storici dell’arte, fin dal momento dell’acquisizione.

Il corso intende illustrare da un lato le potenzialità che la tecnica radiografica attualmente offre come strumento capace di fornire preziosi approfondimenti conoscitivi durante gli interventi di restauro o nei processi di attribuzione; dall'altra intende mostrare il ruolo più significativo che la radiografia potrebbe rivestire, insieme alle altre tecniche di imaging diagnostico, nelle fasi di monitoraggio di un’opera, come ad esempio durante la raccolta di informazioni per la compilazione del condition report nel caso di movimentazione per mostre temporanee.

Il seminario è suddiviso in due fasi e ha una durata totale di 3 ore:

Parte teorica: verranno presentati i principi fisici di base, le numerose applicazioni a varie tipologie di opere e di materiali costitutivi e le evoluzioni strumentali, dalla radiografia analogica al digitale diretto, che hanno reso la tecnica di sempre più immediata e facile realizzazione anche in situ.

Durata: 1 ora e 30 minuti

Parte pratica: verranno illustrati e discussi casi studio esemplificativi per mostrare con evidenza diretta le informazioni restituite dalla tecnica diagnostica e le modalità di lettura e interpretazione di un’immagine radiografica.

Durata: 1 ora e 30 minuti

Docente:

Dr. Maria Francesca Alberghina, PhD

Esperta di diagnostica e di scienze e tecnologia applicate ai Beni Culturali, Dottore di ricerca in Fisica Applicata presso l’Università di Palermo, è specializzata in indagini fisiche di tipo non distruttivo per la caratterizzazione e il monitoraggio dei beni culturali e degli ambienti di conservazione. Dal 2017 è membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione Italiana di Archeometria (AIAr). E' docente di “Elementi di Fisica per il restauro” presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo, nonché libera professionista e socia della S.T.Art-Test di S. Schiavone & C sas, società di servizi di diagnostica per i beni culturali.

Costo del webinar:

40 Euro. Per i soci Anedbc è riservato uno sconto del 25% sui corsi organizzati da Empiria ( XRF, Raggi X e termoluminiscenza) 

Chi partecipa ad almeno due corsi organizzati da Empiria ha diritto ad uno sconto del 20% su tutti i corsi ( XRF, Raggi X e termoluminiscenza). E' possibile chiedere il codice sconto inviando una mail a [email protected], segnalando i corsi in programma a cui si partecipa.

Il corso verrà avviato a fronte di un'adesione minima di 8 partecipanti. In caso contrario verranno rimborsate le quote di iscrizione.

biglietto biglietto
Prezzo unitario
Quantità

CONDIVIDI


Creato con Metooo da:

Empiria Beni Culturali

Visita il profilo Contatta l'organizzatore

con Metooo puoi creare e gestire ogni tipo di evento

crea un evento
Wall Chiudi Wall

Inizia ora

oppure registrati con

Sei già registrato? Entra

Recupera password

Sei già registrato? Entra

Accedi

Hai dimenticato la password? oppure accedi con

Iscrivendoti, confermi di accettare i termini di servizio e l'informativa sulla privacy di Metooo e acconsenti alla ricezione di comunicazioni di marketing da Metooo.

Non sei registrato? Registrati

Il nostro sito web utilizza cookies per fornire il Servizio. Queste informazioni servono per migliorare il Servizio e comprendere i tuoi interessi.
Usando il nostro sito web, tu accetti l'utilizzo dei cookies. Clicca qui per approfondire.